Lego Fusion e l'R&D che funziona

LEGO Fusion

Nel 1990 LEGO stava rischiando la bancarotta per colpa, o grazie, alla sempre più pressante espansione dei videogiochi. I bambini e i ragazzi hanno iniziato a considerare i mattoncini di plastica come roba demodè.

LEGO ha quindi iniziato a prestare molta più attenzione alla relazione con i propri clienti, sviluppando il settore ricerca e sviluppo che ha portato alla creazione di LEGO Mindstorm, mattoncini programmabili via computer e dotati di sensori che permetto agli utenti di creare oggetti "intelligenti", non per niente la collana Mindstorm è utilizzata anche nelle nostre facoltà di ingegneria robotica (Milano e Pisa).

Oggi l'azienda danese è viva e vegeta grazie proprio alle innovazioni pensate dall'R&D e dal Marketing e grazie all'apertura verso l'informatica e i videogiochi.

LEGO Fusion è l'ultima geniale idea partorita da LEGO, unisce la fisicità dei mattoncini alla virtualità dello schermo di un iPad (ma anche iPhone e Android) ed è subito "lo voglio!"