Caos a Deponia (PC)

Ed ecco arrivato finalmente in italiano il seguito della splendida avventura di Daedalic Entertainment, Fuga da Deponia. In Caos a Deponia torniamo ad impersonare il pazzo Rufus che sembra aver messo la testa a posto, ogni personaggio che incontreremo ce lo confermerà. Dopo i guai combinati nel primo capitolo, di cui non voglio parlare per non rovinarvi la sorpresa se ancora non lo avete giocato, Rufus torna sul pescarifiuti con Bozo e Doc.

Il mio spassionato consiglio è di giocare la prima avventura di Rufus, Fuga a Deponia, in modo da non perdervi neanche una battuta che faccia riferimento a quanto accaduto precedentemente a questo capitolo.

Caos a Deponia_09

Il gioco si presente come una classicissima avventura grafica punta e clicca con personaggi molto ben definiti e caratterizzati e un ottimo tratto grafico. L'avventura è veramente molto divertente e lo è per tutta la sua durata (circa 10 ore), merito sicuramente dell'ottima sceneggiatura, degli strambi personaggi di secondo piano e dell'ambientazione (sempre Deponia ma in una nuova area non visitata nella precedente parte della trilogia).

La nuova area in questione è Little Venice composta da ben tre zone: residenziale, industriale e commerciale (no, non è Sim City). Ognuna di queste tre aree è a loro volta suddivisa in ulteriori zone. Gli enigmi sono meno immediati da risolvere rispetto al precedente capitolo e dovremmo dedicarci sopratutto a parlare con i vari personaggi che incontreremo, ci aiuteranno nella soluzione delle varie situazioni che ci troveremo ad affrontare.

Caos a Deponia_011

Tecnicamente ci troviamo di fronte ad un ottimo prodotto. Le ambientazioni sono disegnate benissimo con un uso dei colori a dir poco perfetto (naturalmente considerando lo stile cartoonesco del gioco). Nota di merito al doppiaggio Italiano mooooolto ben fatto, veramente grossi complimenti agli attori scelti per la localizzazione. Nota di demerito invece va alle scene di intermezzo che, sul mio computer, sono state afflitte da grossi problemi di frame rate, a tratti addirittura bloccandosi per molti secondi (sembra un problema che non affligge soltanto il mio computer ma altri utenti, cercate su google e troverete un po' di rimedi al problema).

Concludendo non posso far altro che consigliare l'acquisto di questo gioco, sicuramente agli appassionati di avventure grafiche che lamentano una scarsa attenzione degli sviluppatori verso questo storico genere ma anche a tutti gli altri, giovani, giocatori che non hanno avuto modo di apprezzare la bellezza di giochi come Monkey Island, Broken Sword & company.